Conversione patente moldava

CONVERSIONE PATENTE MOLDAVA

Per ottenere la conversione della patente bisogna:

  • Essere residenti in Italia da meno di quattro anni al momento della presentazione della domanda.

  • Che la patente sia stata conseguita prima della residenza in Italia.


Se non ci sono queste condizioni si dovranno effettuare gli esami di teoria e pratica per avere la patente italiana (esame di revisione).

N.B. Ricordiamo che non tutti i modelli delle patenti possono essere convertiti, solo quelli accordati tra i due Paesi (verificare i modelli).

CHE DOCUMENTI SERVONO:

  • Carta d’identità.

  • Codice fiscale.

  • Permesso di soggiorno.
    - (in caso di nuovo rilascio in corso è ritenuta valida la ricevuta postale o quella rilasciata dalle competenti autorità di P.S., attestante tale richiesta).
    - (in caso di rinnovo in corso bisogna allegare alla fotocopia del permesso scaduto anche la ricevuta postale o quella rilasciata dalle competenti autorità di P.S., attestante tale richiesta).

- I cittadini extracomunitari dovranno esibire copia semplice con dichiarazione sostitutiva di atto notorio di conformità all'originale in proprio possesso.

  • Fotocopia fronte-retro della patente straniera.

    (Una volta pronta la patente italiana, occorre presentare in Motorizzazione il documento straniero in originale per ritirare la patente italiana.)

  • 1 foto tessera di cui una viene autenticata dal medico nella visita.
    La foto deve essere su fondo chiaro, recente, nitida, a capo scoperto (tranne nei casi in cui la copertura del capo sia imposta da motivi religiosi). Non sono accettate fotografie stampate su carta termica (realizzate con computer).

  • Certificato Medico dematerializzato, in bollo da 16€ da assolvere con versamento sul c/c 4028 con foto e fotocopia dello stesso.

- con data non anteriore a 3 mesi se la visita è effettuata da un medico monocratico.

- con data non anteriore a 6 mesi se è effettuata da una Commissione medica locale.

  • Traduzione integrale della patente di guida effettuata da:

  1. dalle Rappresentanze Diplomatico-Consolari in Italia (per l’Italia Settentrionale è competente il Consolato Generale della Repubblica di Moldova con sede a Bologna);

  2. da un traduttore ed asseverata con giuramento prestato davanti ad un Cancelliere Giudiziario. (N.B. per traduttore deve intendersi chiunque è in grado di procedere ad una fedele e completa traduzione del testo straniero);

  3. da noi al costo di €105,00

  • Attestazione di validità ed autenticità rilasciata dalle Autorità Consolari competenti per territorio.

  • Eventuale attestazione contenente le date di effettivo conseguimento delle abilitazioni possedute.
    Sarà necessaria qualora sulla patente da convertire sia riportata solo la data di rilascio della stessa.

  • Compilare modulo di autocertificazione della data di prima residenza in Italia.

TEMPI:
Da verificare in base al periodo.
Ottobre 2020: attesa media 4-5 mesi.

COSTI:
Esecuzione pratica: €165,00
Traduzione patente: €105,00

Ri-conversione patente italiana convertita in straniera
Una patente italiana convertita in uno stato estero qualsiasi può essere nuovamente riconvertita in patente italiana.

Patenti straniere già convertite in un altro Stato
Non possono essere convertite patenti derivate da una precedente conversione patente con uno stato che non ha l’accordo di conversione con l’Italia.
Esempio: patente del Bangladesh convertita in Gran Bretagna non è convertibile in Italia, perchè il Bangladesh non ha nessun accordo di conversione con l’Italia.

TEMPI:
Da verificare in base al periodo.
Ottobre 2020: attesa media 4-5 mesi.

COSTI:
Esecuzione pratica: €165,00
Traduzione patente: €105,00

Ri-conversione patente italiana convertita in straniera
Una patente italiana convertita in uno stato estero qualsiasi può essere nuovamente riconvertita in patente italiana.

Patenti straniere già convertite in un altro Stato
Non possono essere convertite patenti derivate da una precedente conversione patente con uno stato che non ha l’accordo di conversione con l’Italia.
Esempio: patente del Bangladesh convertita in Gran Bretagna non è convertibile in Italia, perchè il Bangladesh non ha nessun accordo di conversione con l’Italia.